Translate

mercoledì 14 maggio 2014

Chi era Camille Saint-Saëns (1835 - 1921)

Camille Saint-Saëns
Camille Saint - Saëns è nato a Parigi il 10 ottobre 1835. E' stato uno dei bambini prodigio più dotati musicalmente di tutti i tempi. A soli 2 anni inizia a suonare il pianoforte con la pro-zia Charlotte e compone un breve pezzo per pianoforte a soli 4 anni (prima di Mozart che lo compose a 6!!). Camille era un genio non solo nella musica: a 3 anni già scriveva e leggeva e a 7 anni sapeva già il latino! A 5 anni ha fatto il suo primo concerto pubblico, accompagnando un violinista in una sonata di Beethoven (incredibile!) e a 10 anni già si esibisce suonando il K450 di Mozart. Ovviamente aveva una memoria prodigiosa e suonava tutto senza leggere. Saint-Saëns comunque frequenta il Conservatorio di Parigi (= non basta essere dei geni, bisogna anche studiare!) e diventa grande amico di Franz Liszt (proprio di lui ci occuperemo nel nostro prossimo viaggio) e di Hector Berlioz. A 16 anni scrive la sua prima sinfonia. Per vivere faceva l'organista in chiesa e le sue improvvisazioni erano ammirate dal pubblico di Parigi. Da grande insegna anche al Conservatorio e tra i suoi allievi preferiti c'è un altro famoso compositore francese che si chiama Gabriel Fauré (che poi diventa anche suo amico). Non amava, anzi detestava Igor Stravinsky e pare che nel 1913 dopo aver assistito alla prima de La Sagra della primavera (che incontreremo presto...) se ne uscì infuriato per come l'autore aveva utilizzato il fagotto all'inizio dell'opera... (era un personaggio particolare!)
Saint-Saëns non amava solo la musica, era appassionato anche di geologia, archeologia, botanica, entomologia (la scienza che studia gli insetti, in particolare lo interessavano i lepidotteri cioè farfalle e falene), matematica, acustica, scienze occulte, filosofia, astronomia (possedeva un telescopio).... non possiamo che sentirci infinitamente piccoli dinanzi a lui! 
Si sposa a 40 anni e ha due figli, che però muoiono entrambi piccolissimi. 
Oltre al Carnevale degli Animali e alla Danza macabra, ha scritto Sinfonie, Concerti per pianoforte, violino, violoncello, musica per organo,  musica da camera, messe e composizioni sacre, opere liriche (la più famosa è Samson et Dalila).
Dopo la scomparsa di sua mamma, alla quale era molto attaccato, decide di andare alle Isole Canarie, dove assume lo pseudonimo di Sannois, con il quale raccoglie alcuni diari. 
Muore di polmonite, a 81 anni, ad Algeri.

Sul Web ho cercato e trovato questo interessantissimo filmato, che, grazie a tecniche d'avanguardia, ci consente di vedere  Saint - Saëns che dirige (filmato muto del 1915) e di sentire che suona il suo concerto n. 2 al pianoforte (registrazione audio del 1904). Incredibile! Poter dire ai vostri figli: volete vedere Saint - Saëns? Eccolo qui!

Eccoci arrivati alla fine anche del nostro terzo viaggio. Cosa abbiamo imparato? Direi molto. Innanzi tutto che la musica può "descrivere" qualcosa (in particolare qui gli animali come in Prokof'ev) attraverso il TIMBRO e il RITMO oltre che con la MELODIA. Abbiamo incontrato nuovi strumenti: il contrabbasso, la celesta, lo xilofono e il violoncello. Abbiamo visto un altro balletto: ogni musica può essere danzata. E abbiamo visto come pezzi di musica considerata "colta" (e quindi chissà perché noiosa) possono diventare parte di irresistibili cartoni animati per nulla noiosi!
Nel prossimo ci occuperemo in modo più approfondito di uno strumento musicale, il pianoforte, e di un grande amico di Saint- Saëns, Franz Liszt, e di un paio di amici di Duffy Duck!


Nessun commento: